History. Simple Great Stories. PE 2016

È proprio vero. Siamo tutti figli di Tucidide!
Vi starete chiedendo, perché mai?

Per quell’idea, espressa per la prima volta dal militare e storico ateniese e ormai parte della cultura collettiva, per la quale il farsi degli eventi storici sia da analizzare secondo la prospettiva della natura umana, con l’esclusione quindi di qualsiasi intervento altro, sia esso da definire Fato o Divinità. Per questo motivo, siamo figli di Tucidide quando pensiamo che la Storia, quella maiuscola, sia inevitabilmente fatta di storie.

Storie che raccontano la vita di uomini e donne.
Storie che somigliano alle nostre. Più o meno celebri esse siano.
Storie che rimangono anonime o che segnano capoversi nel libro della grande Storia.
Storie, la cui forza sta nell’empatia che riescono a creare in noi. In quella capacità di suggerirci, in fondo, che ognuno di noi contribuisce ogni giorno, con il suo operare, al farsi della storia.

Quella degli Attolini è la storia di una famiglia che ha scritto una pagina celebre e significante nel libro che narra dell’eleganza declinata al maschile. Eppure, allo stesso tempo, semplicemente quella di persone che da sempre, generazione dopo generazione, lavorano con grande passione e una propria consapevole identità etica ed estetica.

cesare-attolini-editoriale-3

Profonda, chiara, distintiva.

Siamo convinti che la nostra storia non possa essere altro che quella che scriviamo, giorno dopo giorno, in sartoria, seguendo il solco dei valori e del patrimonio di saper fare che nostro nonno Vincenzo e nostro padre Cesare hanno tracciato: eccellenza, qualità assoluta, artigianalità autentica, creatività, eleganza senza tempo”, dice Massimiliano Attolini.

Siamo fortemente conviti che ogni giacca, ogni abito, ogni cappotto…insomma ogni capo che esca dalla nostra sartoria debba continuare ad avere la capacità di raccontare la nostra storia, i suoi valori pregnanti. E’ per questo motivo che abbiamo voluto dare vita ad un nuovo corso della nostra comunicazione, che fonda la sua forza sull’idea che la storia sia fatta da storie di uomini semplici, capaci di dare vita a idee, prodotti, azioni, ognuno in ciascun ambito capaci di lasciare il segno sul corso degli eventi. Così fu per nostro nonno Vincenzo, con la creazione della prima giacca destrutturata della storia, così è stato ed è per nostro papà Cesare, che ha perfezionato ai massimi livelli qualitativi quell’intuizione. Così speriamo sia per noi, ultima generazione all’opera, lungo il percorso di internazionalizzazione che abbiamo intrapreso circa un decennio fa”.

cesare-attolini-editoriale-2Banalizzare e incorrere in sterili e stereotipati cliché è, probabilmente, l’errore più grave in cui chi fa un mestiere come il nostro può incorrere. Vogliamo esprimere da sempre e sempre un’idea di eleganza autenticamente sartoriale e senza tempo e per farlo abbiamo scelto un linguaggio di comunicazione autentico e senza tempo. Siamo partiti dalla consapevolezza che pochi altri paesi al mondo oltre l’Italia possono vantare un patrimonio unico, caratterizzato da eccellenze in ogni ambito del sapere e del saper fare. Senza dubbio, a nostro avviso, è questa propensione alla creatività in ogni sua forma a rappresentare la migliore espressione italiana, capace di affascinare il mondo intero, da occidente ad oriente, grazie al talento made in Italy e all’unicità delle sue espressioni.”, continua Giuseppe Attolini. “Ma la storia della creatività italiana è fatta di tante singole storie, appunto, tanto semplici quanto grandi. Storie di talenti del sapere e di famiglie capaci di tramandarsi, di generazione in generazione, un saper fare unico. Abbiamo così immaginato, in occasione della presentazione di ciascuna delle due collezioni di stile annuali, di ambientarne il racconto fotografico presso gli affascinanti luoghi in cui prendono vita i prodotti di altri protagonisti eccellenti dell’autentico made in Italy di alta qualità. E dopo il racconto della collezione Autunno-Inverno 2015/16, realizzato tra Montalcino e Firenze grazie alla collaborazione con Luce della Vite dei Marchesi Frescobaldi, per quello della collezione Primavera-Estate 2016, abbiamo avuto il piacere di scrivere un’affascinante storia sulle rive mitiche del Lago di Como con due coprotagonisti unici, i celebri Cantieri Ernesto Riva di Laglio e il Casta Diva Resort di Blevio”.

cesare-attolini-editoriale-4